I tre fratelli

In onda sabato 3 settembre 2011 alle 23.25

    » Segnala ad un amico

    Primo e secondo grado dei processi celebrati a Napoli per l’omicidio di Salvatore Buglione, detto Zazà.

    Il delitto è avvenuto durante un tentativo di rapina all’edicola di proprietà della moglie, dove Buglione si recava la sera per la chiusura.

    Il primo a essere arrestato, Domenico D’Andrea detto Pippotto, rapinatore fin dalla giovane età, confessa la partecipazione alla rapina e chiama in causa i tre fratelli Palma.

    Pippotto durante il processo di primo grado sosterrà che la sua confessione non era stata spontanea, bensì estorta con la tortura. Lo stesso Antonio Palma confessa, ma anche lui sosterrà la tesi delle violenze subite dalle forze dell’ordine. La questura di Napoli secondo questa tesi sarebbe stata spinta dalla necessità di trovare rapidamente un colpevole dato l’allarme sociale che la rapina e l’uccisione avevano suscitato. L’unico a non confessare e a raccontare la sua versione in aula è Pasquale, il maggiore dei tre fratelli Palma, versione nella quale ha un ruolo fondamentale l’alibi fornito per il giorno della rapina.

    Rai.it

    Siti Rai online: 847